La bellezza intramontabile di Orta San Giulio

6 Giu 2023

Ho visitato Orta San Giulio a maggio. Programma intenso ed emozionante a partire dalla visita al Sacro Monte di Orta dedicato alla vita e alle opere di San Francesco. 
Ma le sorprese non finiscono.

Si parte.. in trenino!

Ho approfittato del Trenino turistico della città per evitare la prima fatica della salita al monumento che è anche Patrimonio Unesco. La passeggiata, poi, tra le cappelle e i meravigliosi panorami del lago, visibili dal giardino hanno appagato gli occhi e lo spirito.

Dopo un attento ascolto delle spiegazioni della guida: l’ottimo Roberto Pessina (ortese D.O.C.), ho iniziato la discesa verso il centro storico tra fiori, piante, e scorci invidiabili sull’isola di San Giulio.

Una fermata doverosa alla parrocchiale di Santa Maria Assunta e poi la salita della Motta, affrontata però in discesa …

Un’occhiata agli edifici che la fiancheggiano tra cui Palazzo Gemelli, risalente al XVI secolo e il neoclassico palazzo De Fortis Penotti e da li ho raggiunto piazza Motta; luminoso salotto della città affacciato sul lago. Il tempo di un aperitivo ed è già pronto il motoscafo che mi accompagna all’isola di San Giulio. Il ristorante San Giulio si annuncia in anticipo con profumi e aromi che stuzzicano l’appetito. Adriana e Fabiola ci accolgono e ci guidano sulla terrazza vista a lago.

Visita all’Isola di San Giulio

Nel pomeriggio sembra quasi impossibile riprendere la passeggiata dopo l’ottimo pranzo e si sperava forse in una pennichella.

Ma la basilica di San Giulio ci attende con il suo pezzo forte: il misterioso ambone romanico da cui ci scrutano figure arcaiche.

Non è possibile lasciare l’isola senza aver percorso la Via del Silenzio e della Meditazione che ci riporta al pontile per l’imbarco sul motoscafo che ci riporta nell’animata Piazza Motta. 

Palazzo Broletto

Ancora qualche spiegazione della guida Roberto che illustra gli edifici che circondano la piazza e in particolare il broletto o Palazzo della Comunità della Riviera di Orta San Giulio, risalente al 1582, che è considerato il simbolo del lungo periodo di autogoverno della regione. L’edificio culmina con una piccola torre campanaria.

Social

Consigliati

Le Canarie si mobilitano contro il degrado ambientale. Circa 100.000 contro il Governo “locale”

Con orgoglio riprendo la situazione del degrado ambientale alla Canarie ed a Tenerife grazie ai Media che hanno ripreso le manifestazioni di sabato 20 aprile 2024. Mi sento vicino agli amici “Canari”

Il Museo di Cristoforo Colombo: storia e orgoglio italiano alle Canarie

Non potevo non visitare il Museo-Casa Colon, ovvero la casa Museo di Cristoforo Colombo. ne vale proprio la pena e il mio orgoglio…aumenta…

Il mio viaggio in camper: falesia di Antifer e Seine Maritime (tappa 9)

Dopo la scoperta e lo stupore del borgo di Etretat, la scoperta delle prime falesie, la bella chiesa-chapelle Notre Dame de la Gare, oggi un percorso più soft: passeggiata a piedi “in quota” dal campeggio Abijune di Le Tilleul a la falesia di Antifeur ovvero “dell’Anfiteatro”.

Giornate di Primavera F.A.I.: successo anche alla Chiesa Sant’Ambrogio della Vittoria Parabiago.

Successo anche a Parabiago per le Giornate Fai di Primavera 2024 dove i ragazzi del IS Maggiolini hanno narrato una bella storia…Leggetela…

Ohana: un percorso di successo di Luca e Lucia a Maspalomas

Per quelli che vivono alle canarie”, una bella storia professionale e di amore quella di Luca e Lucia…

La rete per “viaggiare” insieme

Da circa una settimana ho pubblicato “I Viaggi di Enzo” e arrivano apprezzamenti e collaborazioni. Mutuando il detto : “da soli si cammina, insieme si va lontano”, oggi voglio dedicarmi a questa riflessione…

I viaggi di Enzo in Camper. Intervista a Alejandro e Carolina. Dall’Argentina a Tenerife ma nel cuore l’Italia

Per la Rassegna “Vivere alle canarie” abbiamo intervistato due ragazzi Argentini, Alejandro e carolina, che hanno deciso di vivere a Tenerife, ma hanno nel cuore l’Italia…

Viaggio nella Maturità 2024: la sicurezza dei ragazzi di oggi, uomini di domani

La Maturità: per alcuni una tragedia, per altri una passeggiata. Il trucco? Studiare costantemente…cosi arrivano i risultati. Ecco il parere di Federico….

it_IT