La scoperta della chiesa di Santa Maria Maggiore nel Centro Storico di Sirmione

26 Apr 2024

Dopo giorni di pioggia, sentivo/amo il bisogno di sole. Dopo un’analisi delle mete “fattibili”, disdetta a Santa Maria Maggiore per neve, impossibilità della Liguria per traffico, la scelta è caduta su uno dei miei luoghi del cuore: Sirmione. E qui la ri-scoperta della quattrocentesca Santa Maria Maggiore o per i locali, La Chiesa della Neve…

In giro per Sirmione

Ed anche qui, dopo un viaggio estenuante ( pensavo di trovare meno traffico vista la giornata delle celebrazioni del 25 aprile) arriviamo a Sirmione. In modo fortuito, riusciamo a trovare parcheggio (un’impresa!). Tanta gente anche a Ristorante e dopo l’indicazione errata di Google che dava chiuso il nostro “Ma va la”, ripieghiamo su Ristorante 31 cucina pizza caffè” .

Il tempo di una pizza e via lungolago percorro/iamo circa 12 km per il Centro Storico di Sirmione con il bel @castelloScaligero.
(Per la precisione 11,57 km per 16.000 passi. Un successone – vedi foto sotto)

Lungo la strada non puoi non fermarti alla Enoteca del Lugana, Prodotti tipici e “tirare” su un pensierino della bontà locale come i “Capricci di lago”.

La scoperta di Santa Maria Maggiore

Poi tra opere artistiche, le papere ed i cigni in sottofondo, un giro in “barcone”, si giunge al @CastelloScaligero fatto costruire dai Nobili “Della Scala”.

Qui girato un paio di viuzze, si giunge alla bella Chiesa di Santa Maria della Neve/Maggiore ed al suo bel giardino sul retro.
La Chiesa di Santa Maria è la chiesa parrocchiale di Sirmione risalente al quattrocento con affreschi di tutto rispetto risalenti tra il 400 e il 600 della scuola lombardo-veneta.

La storia
La Chiesa fu eretta nel XV secolo, sulle rovine di un’ antica basilica longobarda, dedicata originariamente a San Martino. Molti dei materiali utilizzati nella costruzione dell’edificio sono materiali antichi riutilizzati per la nuova costruzione. Il portico che precede la facciata, ad esempio, fu realizzato nel XVII secolo con cinque colonne marmoree di recupero, originariamente parte di un cimitero adiacente alla chiesa. L’ultima delle colonne del portico è una pietra miliare dedicata all’imperatore Giuliano l’Apostata (IV secondo d.C.). Il campanile, incorporato nella casa di fronte, fu invece ricavato da una torre scaligera. L’interno è a navata unica ed è caratterizzato da diversi affreschi e opere, databili alla stessa epoca della realizzazione della struttura esterna. Alcune opere principali sono: la statua lignea quattrocentesca della Madonna, il coro, S Sebastiano, il polittico della Crocefissione. 
Sul retro della Chiesa, si può trovare un giardino che si affaccia direttamente sul lago. Decorato con statue e un piccolo pozzo, il giardino risulta quasi come un’oasi di pace, immerso nella vegetazione. Sebbene non accessibile, è comunque possibile ammirare questo  luogo suggestivo e il panorama del lago.

Il castello Scaligero e la Leggenda del fantasma
Il Castello Scaligero di Sirmione è una fortificazione sorta dopo la metà del Trecento sulle acque del lago voluta dalla famiglia veronese dei Della Scala, dalla quale prende il nome di “Rocca Scaligera”. Nelle intenzioni e nei progetti di Cansignorio e di Antonio II Della Scala, essa doveva fungere da postazione difensiva per l’intero territorio di Verona…
L’atmosfera di una suggestiva leggenda avvolge il Castello Scaligero di Sirmione: in un tempo passato, secondo un’antica tradizione locale, esso era la dimora di due giovani e nobili sposi, Ebengardo e la sua amata Arice.In una notte di tempesta il cavaliere Elaberto del Feltrino chiese asilo e subito fu conquistato dall’avvenenza di Arice. Deciso ad averla a tutti i costi, Elaberto andò alla sua ricerca e la aggredì, ma Arice lottò con tutte le sue forze ed Elaberto la uccise. In quel momento sopraggiunse Ebengardo che, alla vista della moglie ormai morta, sfoderò la sua arma e la vendicò.

Social

Consigliati

Il viaggio di Wout Van Eart per vincere la 104^ Coppa Bernocchi

104^ Coppa Bernocchi, occasione per i viaggi…sportivi, valorizzazione del territorio, attrattività

La rete sul territorio: Il Museo Fratelli Cozzi e Enoteca Longo insieme per Fuoricasello

Vivere un territorio vuol dire godere delle eccellenze che insistono e ti permettono di avere una buona qualità della vita…Un esempio la rete tra il Museo Fratelli Cozzi e L’Enoteca Fratelli Longo…Lo sapevi che organizzano insieme tanti eventi…

“Chicco” Clerici non c’è più. Il mio cordoglio verso un uomo “pungente” ma “garbato”. Ultimo saluto a Valeria Vanossi

Lo sai che “chicco” clerici non c’è più. Un uomo che “orgogliosamente” legnanese si è dedicato alla città. Ci mancherà. R.i.P.

Pasqua e Pasquetta a Milano: un viaggio per Mostre e Musei

Visto che Giove Pluvio nn da tregua, ecco una guida per Musei, Gallerie e lughi per apprezzare l’arte. Un vademecum per fare una pasqua e Pasquetta alternativa…

Mostra SOS HUMANITY

Orta San Giulio è riconosciuta per le sue bellezze naturalistiche e culturali ma ho scoperto con stupore e piacere, che anche l’arte moderna viene valorizzata in modo “diffuso”. Un esempio, la mostra d’arte moderna SOS HUMANITY.

Esperienza all’Isolino Virginia

Lo sapevate che sul Lago di Varese esiste un’Isola che è Patrimonio Unesco? E che esiste un Museo, il Museo Ponti, che contiene reperti risalenti all’Età del Bronzo? Peccato che è Tutto chiuso e purtroppo lasciato andare. Vi racconto la mia esperienza!…

I Viaggi di Enzo in Camper. Anche a Tenerife è molto sentito Halloween

Anche a Tenerife si festeggia Halloween. Un piacere che fa nascere anche nostalgia…

Il mio viaggio in camper: Orleans la città di Giovanna d’Arco (tappa 4)

Nella nostra visita “veloce” di una giornata, abbiamo visitato la Cattedrale Croix in stile, ovviamente, prima romanica e poi nel 1300 gotica, la casa nativa di Giovanna d’Arco e la città vecchia, senza non aver fatto una passeggiata sulla Loira (il fiume lungo ben 1100 mt , il più lungo della Francia), gustando un gelato super…

Il mio viaggio in camper: Lione (tappa 2)

Lione patrimonio unesco: città romana, celtica, medioevale e rinascimentale. La bellezza si evidenza nel tempo…

it_IT