Il Trittico 2023: un viaggio con i campioni da tutto il mondo. Intervista a Luca Roveda

27 Set 2023

Presentato in Regione Lombardia il Trittico 2023: 104^ Coppa Bernocchi, Coppa Agostoni e Tre valli Varesine. Insieme per un lungo viaggio con i campioni provenienti da tutto il mondo. Il 2 ottobre a Legnano, la 104^ Coppa Bernocchi. Il presidente Roveda ed il vice Taverna unanimi: un lungo viaggio iniziato 110 anni fa...
Gallery a Palazzo Lombardia

Il Trittico 2023

Presentato in Regione Lombardia Il Trittico con le “sorelle”: Coppa Agostoni (al via il 28 settembre), Coppa Bernocchi ( si corre il 2 ottobre), e Tre Valli Varesine (prevista il 3 ottobre). Accolti dal presidente Attilio Fontana, dall’assessore allo sport Lara Magoni, presenti anche Lara Comi e Emanuele Monti. Il comun denominatore della giornata: l’orgoglio di avere eventi eccellenti che diventano attrattivi per il mondo intero. Fontana ha dichiarato: “Tre corse simbolo della passione di un’intera regione”.

Lo sport: un lungo viaggio…

Al di là delle gare sportive, ci fa piacere immaginare questi momenti come un viaggio, dove da un lato, corridori-ciclisti professionisti arrivano da tutto il mondo con le loro squadre, lo staff, e dall’altro, l’attesa del territorio per questi eventi. Io ho seguito prima come amante della bici e poi in qualità di giornalista, almeno venti edizioni ed ho vissuto in prima persona questa “attesa”.

Come già accennato negli articoli precedenti: la Coppa Bernocchi, Il Campaccio, la CinqueMulini insieme al Palio di Legnano, al Rugby Sound, sono gli eventi più importanti del territorio. Fanno bene gli organizzatori a crederci, e la US Legnanese ci crede da 110 anni, ma fanno bene anche le istituzioni ed i partner a supportarli. Cito alcuni Allianz, Banco Bpm, Ceriani Group, Metallurgica legnanese

104^ Coppa BernocchiInternazionalità e viaggi

Entrando nel merito della Coppa Bernocchi, una delle gare ambite dai ciclisti di sempre è stata un trampolino di lancio per campioni mondiali, del calibro di Libero Ferrario , e per il suo centesimo anniversario si parte proprio da Parabiago, sua città natale, oppure Giuseppe Saronni sempre di Parabiago che ne ha vinto due.

Facendo poi un primo bilancio. Lo sapevi che per questa edizione abbiamo: 13 squadre World Tour, quattro Continenti coinvolti, 70 paesi del mondo collegati, 11 nazioni coinvolte, 30 comuni attraversati, 2.787.000 spettatori collegati?
Numeri che fanno accapponare la pelle.

Indotto e sport…

Tutto questo genera “indotto”, ricadute economiche sul territorio. In particolare il viaggio dei ciclisti coinvolge la ricettività in primis delle nostre strutture alberghiere che per l’occasione sono già sold-out. Ed ecco che attorno all’evento si “mostra” anche il territorio. In questo periodo già per Legnano, si sentono voci di cittadini stranieri che vanno a visitare questo monumento, o le nostre chiese eccellenze del 500 Lombardo. Una per tutte la Basilica San Magno del 1500 con opere del maestro Bernardino Luini, ma anche il Castello Visconti-Lampugnani(location per l’accoglienza ed arrivo della manifestazione Legnanese!).

Accoglienza e valorizzazione del territorio

Quindi sia i ciclisti, sia le loro famiglie gravitano sulla zona.

Se a questi si sommano “il seguito” ovvero allenatori, commissari, tecnici e l’immancabile schiera di giornalisti (tanti dalla Rai), il gioco è fatto.

Stessa storia per la Coppa Agostoni e la Tre Valli Varesine.

Interviste al presidente Roveda ed al vice Taverna

Allego in testa ed in coda, le interviste ai protagonisti di questo viaggio, ovvero per l’Altomilanese, il presidente della U.S. Legnanese 1913, Luca Roveda ed il suo vice Roberto Taverna a rafforzamento delle mie tesi che elencano anche i campioni attesi sul “parterre” legnanese.

Vi aspettiamo il 2 ottobre!
(foto. Si ringraziano la US Legnanese, la Parrocchia San Magno, Lombardia Notizie ed alcuni Partner)

Gallery a Palazzo Lombardia

Social

Consigliati

Il viaggio di Enzo in camper. Verso Nord: La Candelaria uno scrigno tra sacro e profano

Verso Nord: Candelaria un esempio di bellezza tra sacro e profano.

Cogne: una delle perle della Valle d’Aosta

Sono iniziate le escursioni in Valle d’Aosta. Oggi Cogne…una delle perle della Val d’Aosta…

Il mio viaggio in camper: Chateaux de Blois e Honfleur (tappa 5 e 6)

Non potevamo andare in Francia e rimanere nell’area della Loira senza aver fatto tappa ai Castelli, i famosi Chateaux. Abbiamo visitato lo Chateaux de Blois, ovvero il Castello dei reali di Francia. Poi tappa a Honfleur, Borgo all’insenatura della Senna, dove si mangia un pesce super!

Il mio viaggio in camper: 5 cose da vedere ad Auxerre (tappa 3)

Oggi, dopo il trasferimento da Lione, ho visitato con il fido Aramis, Auxerre. Un città medievale di circa 30 mila abitanti adagiata sul fiume Yonne,  che ha fatto della bellezza la sua attrazione.

Il Castello di Legnano

Si tratta di una fortificazione medioevale che sorge a Sud di Legnano su un’isola naturale del fiume Olona.

Santa Messa sul Carroccio: emozione tra sacro e profano

Una delle iniziative più importanti del Palio di Legnano è la celebrazione della SS Messa sul Carroccio, con la toccante cerimonia del “Volo” delle colombe. Si narra che a seconda della direzione porti bene alla contrada di riferimento.

I viaggi di Enzo in Camper. Intervista a Antonietta: da Castellanza a Tenerife.

Con la nuova Rubrica, “Quelli che vivono a Tenerife”, si arricchisce i Viaggi di Enzo. Intervistare chi vive a Tenerife è un modo per avvicinarsi alle Canarie…in tutti i sensi…

I Viaggi di Enzo in Camper. Anche a Tenerife è molto sentito Halloween

Anche a Tenerife si festeggia Halloween. Un piacere che fa nascere anche nostalgia…

Il Sacro Monte San Francesco a Orta

Il Sacromonte San Francesco di Orta San Giulio, Patrimonio Unesco, coniuga arte, natura e spiritualità affacciato sul Lago D’orta e nel borgo più bello d’Italia

Il mio viaggio in camper: Etretat, le falesie e non solo (tappa 8)

Ebbene anche i grandi si “stupiscono” visitando Etretat. E’ quello che è successo a me alla scoperta di questo borgo eccellenza della Normandia. Le stradine strette in stile alsaziane, i colori intensi, i sapori che ti “catturano”, insieme all’eccellenza delle “falesie” ne fanno un luogo unico.

it_IT